Additivi vari (da E900 a E949)

di Maria Silvana Radice






Preciso che tutto quello che pubblico viene da ricerche fatte in internet, perchè io non sono un'esperta, ma solo una persona a cui piace essere informata. Declino qualunque responsabilita` in caso di inesattezze.
Le fonti da cui ho attinto sono riportate in fondo alla pagina principale.

Additivi Vari

Vanno da E900 a E949



E900
- Dimetilpolisilossano
E' un silicone antischiumogeno che può essere aggiunto in molti prodotti alimentari trasformati, tra cui: bevande istantanee, bevande destinate ai distributori automatici self-service, oli da frittura. Possiamo trovare il dimetilpolisilossano anche negli integratori inclusi nel registro del Ministero della Salute (come nel caso dell'etichetta sopra, appartenente ad un integratore in compresse effervescenti), e in alcuni prodotti fast-food (ad esempio per friggere le crocchette Parmigiano e spinaci Mc Donald's oppure nei Chicken McNuggets o nelle patatine fritte Wendy's). Il dimetilpolisilossano trova numerosi impieghi anche nell'industria cosmetica, è presente in alcuni shampoo (rende i capelli lucidi e scivolosi), ma le sue applicazioni vanno dalle lenti a contatto a dispositivi medici, dagli oli lubrificanti alle piastrelle resistenti al calore. Nonostante ne sia riconosciuta la tossicità, la direttiva europea 95/2/CE del 20 febbraio 1995 autorizza l’utilizzo del dimetilpolisilossano nei grassi e negli oli di frittura in una quantità non superiore a 10 mg/kg. Questo limite è stato fissato in conformità al parere del comitato scientifico per l'alimentazione umana, secondo cui le informazioni tossicologiche dimostrerebbero che tali livelli di utilizzo non sollevano problemi di sicurezza per la salute.

E901 - Cera d'api, bianca e gialla
E' una cera naturale che è secreta dalle api e utilizzata per costruire il nido. Dopo che il miele viene estratto, il nido d'ape viene raccolto e fuso per produrre cera d'api. La cera può variare, in colore, da bianco a marrone, ma è prevalentemente gialla e dipende dal polline raccolto dalle api. Negli alimenti, è usata come agente di rivestimento, ma ha molte applicazioni commerciali in prodotti cosmetici, farmaceutici e la fabbricazione di candele. Usata in gomme da masticare, prodotti di cacao e di cioccolato, caffè e succedanei del caffè, pasticceria dura e morbida. Agente di rivestimento su frutta fresca e surgelata, snack salati, formaggio e integratori alimentari. Occasionali reazioni allergiche.

E902 - Cera di candelilla
Polimero naturale prodotto dalle foglie dell'albero messicano Euphorbia antisyphillitica, Euphorbia cerifera e Pedilanthus pavonis. La cera è dura, marrone giallastra e si ottiene facendo bollire le foglie e steli in acido solforico, poi scremando la superficie e ,successivamente, trattando. Si tratta di un agente di rivestimento, ed è ampiamente utilizzata negli alimenti e nei cosmetici. E' più economica di altre cere, come carnauba e paraffina. Utilizzata anche come sostituto di cera carnauba (E903). In gomme da masticare, dolciumi, frutta cerata e verdura, cioccolato, cacao, snack salati, decorazioni per prodotti da forno, glassature e salse dolci.

E903 - Cera di Carnauba
Polimero naturale prodotto dalle foglie della palma carnauba (Copernica cerifera) in Brasile. La cera dura, giallo-marrone. E 'ottenuta dalle foglie della palma carnauba, raccolte e battute per sciogliere la cera, poi raffinata e sbiancata. La cera è lucida, agisce come un lubrificante ed è un agente antiagglomerante. E' ideale per l'uso in molti prodotti alimentari. E 'anche ampiamente utilizzata nei cosmetici. Si trova in prodotti da forno, chewing-gum, cacao, cioccolato, caffè, salse dolci e glassa, pasticceria, frutta e verdura e in bevande aromatizzate (compreso quelle sportive). (Può provocare reazioni allergiche).

E904 - Gommalacca (Shellac)
E' una resina organica naturale, che viene secreta dalla femmina di uno scarabeo ( Laccifera lacca o Kerria lacca) sugli alberi che si trovano in India e Thailandia. La resina secreta forma un bozzolo in cui l'insetto incuba le uova che depone. Il bozzolo viene raschiato via dalle parti della corteccia, schiacciato, lavato, filtrato ed essiccato per formare fiocchi di colore giallo / arancio, spesso sbiancati per uso commerciale. Gommalacca è utilizzata nei rivestimenti per caramelle dure e nel cioccolato. Viene anche usata come una cera sulle mele e altri frutti, per farle sembrare più lucide e più attraenti.

E905 - Paraffine
Paraffine comprende una gamma di prodotti petroliferi derivati ​​tra cui paraffina, olio minerale, petrolato, gelatina di petrolio, e cera microcristallina. Paraffina è un cera sintetica, dura, incolore o bianca, costituita da una miscela complessa di idrocarburi. Come additivo alimentare è usata come rivestimento protettivo di frutta e verdura fresca per farle sembrare brillanti e accattivanti e anche proteggerli da deterioramento. Viene anche usata come agente di rivestimento per dare un bell'aspetto lucido a cioccolato e dolciumi. Si trova anche in gomme da masticare, caramelle dure e morbide, cioccolato, confetteria, frutta a guscio, caffè in grani, bottarga, insaccati e sulla crosta di formaggi stagionati. Può causare problemi all’assorbimento di grassi e vitamine. Probabile nesso con tumori intestinali.
Agenti di rivestimento. Sono additivi che vengono applicati sulla superficie esterna dei prodotti alimentari per conferirgli un aspetto brillante.
                                                         
E907 - Cera microcristallina raffinata
E' un tipo di cera dal bianco panna al marrone scuro, prodotta da disoleazione di petrolato come parte del processo di raffinazione del petrolio. In confronto con paraffina, cera microcristallina è molto più fine. Su superficie di frutta e verdura trattata, frutta secca, gomme da masticare, dolciumi duri e morbidi e la scorza di formaggio stagionato.Tale additivo costituisce un'alternativa ai prodotti a base di oli vegetali, alcuni dei quali contengono acidi grassi trans, di cui andrebbe evitato l'uso. Questo liquido denso, incolore e inodore, derivato dal petrolio, si comporta in modo simile all’olio, ma non può diventare rancido. Vietato in Australia.

E912 - Esteri dell'acido montanico
Cera a scopo alimentare nota anche come cera montanica o cera di lignite. Tale cera, ottenuta tramite estrazione con solvente da certi tipi di lignite o dal carbone, ha quindi poco a che fare con l’alimentazione umana, e sarebbe in ogni caso meglio consumarne meno possibile. Dati sulla tossicità cronica e cancerogenicità sono limitati ed evidenti sono le carenze negli studi disponibili.

E914 - Cera polietilenica ossidata
Prodotto di sintesi. Prodotto ottenuto per ossidazione catalitica di polietilene a basso peso molecolare. In pratica si formano dei gruppi esterei lungo la catena idrocarburica che rende il composto del tutto simile ad una cera naturale, salvo il peso molecolare medio che rimane sempre molto elevato. Ha un aspetto molto simile a quello delle cere microcristalline ed un colore variabile dal bianco al giallastro in funzione del grado di ossidazione. Completamente atossico, ma non commestibile.  La buccia degli agrumi trattati non può essere usata.

E920 - Idrocloruro L-cisteina
E' uno dei venti aminoacidi ordinari, ed è presente all’interno di molte proteine. E'spesso proveniente da fonte animale. Essa può essere sintetizzata dal corpo umano partendo dalla metionina , o può essere assunta esternamente tramite dieta o integratori. Uno dei benefici riscontrati per questa sostanza è l’efficacia contro lo sviluppo dei radicali liberi. Il corpo umano può infatti convertire la L-cisteina in glutatione, uno dei più importanti e potenti antiossidanti. L’assunzione di L-cisteina può quindi aiutare a combattere l’insorgenza del cancro e di malattie cardiache.

E924 - Potassio bromato
E' un forte ossidante chimico, prodotto sinteticamente, che viene usato come agente sbiancante per sbiancare la farina e come rinforzante nell'impasto per permettere una maggiore lievitazione. Bromato di potassio è riconosciuto come cancerogeno ed è bandito dalla maggior parte dei paesi per l'uso come additivo alimentare.Usato nei prodotti con farina, vietato in europa ed in molte altre nazioni. È un composto cancerogeno, tossico. Vietato in Europa
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
E925 - Cloro
E' naturalmente presente in natura, sulla terra e nel mare e fa parte del sale comune (cloruro di sodio). Commercialmente viene prodotto in vari modi, uno dei quali è una soluzione di cloruro di sodio (salamoia). Il cloro è un forte ossidante chimico, prodotto sinteticamente, che viene utilizzato come agente sbiancante per sbiancare farina e pasta e come rinforzante della lievitazione. Usato anche come disinfettante delle acque. Distrugge le sostanze organiche. Nei prodotti di farina, e nel pane. Probabili effetti cancerogeni. Non presente sulla Gazzetta Ufficiale UE.

E926 - Cloro biossido
Viene prodotto sinteticamente da clorito di sodio. Viene usato come agente sbiancante per la farina. Il diossido di cloro distrugge la vitamina E e può reagire con altre proteine ​​della farina. Usato nei prodotti di farina e pane.Non presente sulla Gazzetta Ufficiale UE.

In campo alimentare, per quanto riguarda il trattamento delle farine, gli agenti sbiancanti come il cloro E925 e il cloro E926 le rendono sì più bianche, ma, dopo la raffinazione, sottraggono loro alcune sostanze nutritive, soprattutto la vitamina E. Il Ministero ha emanato una circolare con la quale si vieta espressamente l’uso di acqua ossigenata sui prodotti ittici. Di per sé, l’E925 e l’E926 sono sostanze irritanti, pertanto il loro impiego in campo alimentare deve essere sconsigliato.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
E927 b - Carbammide (Urea)
Anti-agglomerante usato spesso nelle farine e prodotti da forno, composto chimico azotato che svolge un ruolo importante nel metabolismo animale ed umano e costituente principale dell'urina.

E928 - Benzolo perossido
E' un forte ossidante chimico, prodotto sinteticamente, che viene usato come agente sbiancante per la farina e il latte utilizzato per la produzione di formaggi italiani bianchi. Viene anche usato come rinforzante pasta permettere una maggiore lievitazione. Usato nei prodotti di farina e il pane. Non presente sulla Gazzetta Ufficiale UE.

E931 - Azoto F.
Utilizzato nel congelamento e nel sottovuoto. C'è chi dice che sia nocivo. Non presente sulla Gazzetta Ufficiale UE.

E932 - Azoto ossido
Sembra sicuro in piccole quantità. Non ho trovato altre notizie. Non presente sulla Gazzetta Ufficiale UE.

E938 - Argon
Appartiene ai cosiddetti gas nobili. È chimicamente inerte, ovvero non reagisce con altre sostanze. L’argon, che costituisce lo 0,93 percento in volume dell’aria, è incolore, inodore e insapore. Nell’industria alimentare l'argon viene introdotto nell'imballaggio di alimenti particolarmente sensibili, per rimuovere l'ossigeno. In questo modo frena la decomposizione causata dall’ossigeno, come p.es. la perdita del colore, degli aromi o delle strutture. Inoltre, questa atmosfera frena la crescita dei batteri aerobici. Gli alimenti così imballati portano la dicitura “confezionato in atmosfera protettiva“. Utilizzato puro o in miscela con altri additivi alimentari; l'Argon è simile all'ossigeno per le caratteristiche chimiche ma è più solubile in acqua rispetto all'azoto; è efficace nella dislocazione dell'ossigeno dei recettori enziamtici. Conservazione legumi
e prodotti secchi. Enologia: nei processi di inertizzazione in sostituzione di azoto ed anidride carbonica per la sua capacità di protezione del vino essendo il gas che, meglio di tutti, ne conserva inalterate le caratteristiche.

E939 - Elio
Appartiene ai cosiddetti gas nobili. È chimicamente inerte, ovvero non reagisce con altre sostanze. Nell’aria è presente in quantità molto esigue. Fra tutti i gasi nobili, è quello più difficile da liquefare ed è particolarmente inerte. Nell’industria alimentare l'elio viene introdotto nell'imballaggio di alimenti particolarmente sensibili, per rimuovere l'ossigeno. In questo modo frena la decomposizione causata dall’ossigeno, come p.es. la perdita del colore, degli aromi o delle strutture. Inoltre, questa atmosfera frena la crescita dei batteri aerobici. Gli alimenti così confezionati portano la dicitura “confezionato in atmosfera protettiva“.

E941 - Azoto A.
Sia liquido che gassoso è usato nell’industria alimentare per diverse applicazioni. L’azoto viene utilizzato per congelare rapidamente gli alimenti, riducendo la perdita di umidità e conservando l’integrità, la consistenza e il gusto dell’alimento. Viene inoltre impiegato per prolungare la durata degli alimenti confezionati, prevenendone il deterioramento causato dall’ossidazione, la crescita di muffe, la disidratazione e l’infestazione da parte degli insetti. Altre applicazioni sono poi la pressurizzazione dei contenitori di bibite non gasate e il congelamento di prodotti deperibili durante il trasporto. Il basso livello di bollitura e le proprietà atossiche dell’azoto lo rendono una scelta economica per la macinazione e la lavorazione di frutta secca, erbe e spezie delicate tramite il processo criopolverizzazione: l’azoto liquido, fungendo da agente congelante, rende fragile il prodotto, in modo che possa essere facilmente macinato.

E942 - Protossido di azoto
E' usato comunemente come gas compresso propellente nelle confezioni di panna montata spray. E' molto solubile in acqua e nei grassi, per cui si lega bene al composto della panna (35% di grassi emulsionati, il restante è acqua). Con la depressurizzazione del contenitore, all'apertura dell'ugello, il gas tende ad uscire, rigassificandosi e creando delle minuscole bollicine costituite da lipidi.

E943a - Butano
E' un gas inerte naturale prodotto dal petrolio. Come additivo alimentare, butano viene utilizzato come propellente nelle bombolette spray per spray a base di olio vegetale da cucina e spray a base di acqua di cottura emulsione.

E943b - Isobutano
Isobutano è un gas inerte naturale ed è un isomero. Come additivo alimentare, isobutano viene utilizzato come propellente nelle bombolette spray per spray a base di olio vegetale da cucina e spray a base di acqua di cottura emulsione.

E944 - Propano
E' un gas inerte naturale prodotto dal petrolio. Come additivo alimentare, butano viene utilizzato come propellente nelle bombolette spray per spray a base di olio vegetale da cucina e spray a base di acqua di cottura emulsione.

E948 - Ossigeno
Con l’aggiunta di ossigeno, gli allevatori di pesce, possono incrementare i livelli di crescita e la densità del pesce per incrementare la capienza del serbatoio.

E949 - Idrogeno
E' un gas naturale ed è il più abbondante nell'universo. E ' inodore, incolore, insapore e non tossico. Commercialmente, viene prodotto in molti modi diversi, ma, più economicamente, da idrocarburi. Viene prevalentemente utilizzato come gas di imballaggio per inibire la crescita di batteri che causano il deterioramento degli alimenti e per ridurre la velocità di ossidazione. Usato in molti prodotti confezionati con gas.





Continua con: Gli edulcoranti