Sito gratis con Google

 di Maria Silvana Radice


 




AVVISO IMPORTANTE (16 novembre 2016): Come preannunciato, è attiva la nuova versione di Google sites, completamente rinnovata e strutturalmente differente dalla precedente a cui si riferisce questa guida. I siti costruiti con la nuova versione resteranno attivi, secondo notizie non ufficiali, per la durata di un anno e poi dovranno essere trasferiti sulla nuova versione.

Leggi: Google sites - nuova versione (in costruzione)    





Vuoi un sito? Costruiamolo insieme e gratis

How to make a website for free


Guida, strumenti, consigli e tutto l'aiuto che ti serve per creare un bel sito senza spendere nulla..


Eh sì, perchè....
....creare un sito può sembrare un'ardua impresa, ma, in realtà, esistono strumenti con i quali, anche il più inesperto, può togliersi la soddisfazione di costruire il proprio sito da solo e di costruirlo bene. L'importante è avere una buona guida e la possibilità di essere aiutati a superare le difficoltà, se ci dovessero essere. Qui potete trovare tutto questo, subito, gratis e....con un sorriso :-).

Creare un sito gratis:

Un bel giorno mi sono detta: "Mi piacerebbe fare un sito mio", ma non sapevo, letteralmente, da che parte cominciare. Non avevo nessuna esperienza del genere, nessuno che mi aiutasse......lo zero assoluto, in poche parole, ma, siccome sono cocciuta, ho cominciato a cercare informazioni e a studiarci sopra, partendo da questi presupposti:

  • Doveva essere un servizio gratuito.
  • Doveva essere semplice e intuitivo.
  • Doveva offrirmi tutte le funzionalita` senza dover passare a versioni premium.
  • Non doveva contenere pubblicita` imposta.

Per fare un sito gratis ci sono due strade: la prima, piu` semplice, e` quella di affidarsi ad un servizio che offra spazio gratis con tanto di editor; la seconda e` quella di costruire un sito da zero, con le proprie mani e poi pubblicarlo su un servizio di hosting gratuito.
Se vi interessa la prima soluzione, continuate a leggere questa guida. Se, invece, siete più ambiziosi, desiderate un sito veramente vostro e/o volete imparare qualcosa in più, andate in questa pagina: Come creare un sito da zero, passo a passo.

Vorrei spendere due parole anche riguardo ai comuni CMS e disilludere le molte persone che pensano di trovare in Wordpress, Drupal, Joomla ecc. la soluzione per costruire un sito in modo semplice. Questi CMS non sono affatto semplici da usare, anzi, richiedono molta competenza, a differenza di Google sites che e` particolarmente intuitivo.

Perchè scegliere Google Sites?

Prima di tutto, cos'e` Google sites?

"Il progetto è nato da JotSpot, un'azienda di produzione software aziendale. L'azienda era stata fondata da Joe Kraus e Graham Spencer, cofondatori di Excite. Nel Febbraio 2006 JotSpot è stato nominato come parte di Business 2.0, "Next Net 25" e nel Maggio 2006 è stato onorato come uno degli InfoWorld's "15 Start-ups to Watch". Nell'Ottobre 2006 JotSpot è stato acquisito da Google."
(Wikipedia)


Google sites non e` molto conosciuto in Italia e per questo, in rete, puo` capitare di trovare recensioni fatte da persone che credono di conoscerlo, ma, in realta`, lo conoscono solo in maniera superficiale. Capita che venga giudicato "limitato" da chi non ne ha verificato le potenzialita`, accontentandosi di testarne le funzionalita` di base. Gia` sentir giudicare "limitato" un prodotto di Google dovrebbe far pensare ed e` palesemente inverosimile. In realta`, infatti, parliamo di un CMS molto, molto potente con infinite possibilita` e tantissimi strumenti a disposizione.  Si puo` scoprirlo addentrandosi negli pagine degli sviluppatori (https://developers.google.com/google-apps/sites/) e guardando quanto grande sia lo staff "mondiale" di esperti e ricercatori che lavora ogni giorno per gestire e perfezionare sempre di piu` il programma (https://developers.google.com/experts/).

In rete, si trovano molti servizi che offrono siti gratis e credo di averli testati quasi tutti. Alla fine ho deciso di restare con Google, per i motivi suddetti e anche perche`....
  1. è in italiano,
  2. è semplice e intuibile,
  3. ha tutte le funzionalità che servono,
  4. lascia liberta`nella creazione del sito,
....e, non ultimo, perche` affidarsi ad un colosso come Google e` una grande garanzia.
Considerate anche (e non è cosa da poco) che Google non inserisce pubblicità, come, invece, fanno quasi tutti. Metterla, oppure no, è una libera scelta che non limita in alcun modo le funzionalita` offerte e, se vuoi mettere la pubblicità, sei libero di prenderla dove ti pare, senza imposizioni. Altre piattaforme famose, permettono e/o impongono, unicamente, l'inserimento dei loro annunci e non e` certo una cosa accettabile.
Oltre a ciò, avere un sito Google, offre non pochi vantaggi nell'indicizzazione su Google stesso, per non parlare della possibilità di usufruire, direttamente, di tutti i prodotti Google (e sono tantissimi).
Google offre 100 mb di archivio e molta banda (non rivelano il limite, ma e` tanta), che possono sembrare pochi, ma non lo sono affatto se gestiti bene (vedi: Come risparmiare spazio di archivio) e anche perche` e` possibile creare infiniti siti paralleli, con lo stesso account (con un limite di 5 siti per settimana), da utilizzare come archivio. Alla fine, quindi, lo spazio disponibile diventa illimitato.
Se proprio necessario, comunque, si potra` ottenere dello spazio in piu`, a pagamento, tramite Google Apps.

Il CMS di Google sites non ha rivali come strumentazione e semplicita` di utilizzo e questo non lo dico io, ma puo` essere letto nelle recensioni dei maggiori esperti americani in materia.
Il sito avra`, gratuitamente, certificato SSL.

In aggiunta, e` molto importante sapere che un sito Google e` facilmente ottimizzabile per i dispositivi mobili. Basta, infatti, mettere una spunta e il sistema provvedera`, in automatico, a rendere il sito "Mobile friendly" come ufficialmente richiesto per tutti i siti web dal 20 aprile 2015 e, ovviamente, l'ottimizzazione rispettera` tutte le direttive di Google.

Accessibilita`:
Utenti non vedenti e ipovedenti possono usare Google Sites per creare e condividere siti web.

Detti i pro, vediamo i contro, per esempio alcuni limiti che Google, come tutti gli altri, impone nella modifica del codice HTML delle pagine. Limiti che, d'altro canto, sono dovuti a questioni di sicurezza. Google, però, offre anche i metodi per superare questi limiti e le soluzioni, spesso, portano funzionalità inaspettate e utilissime che altri non hanno e che scoprirete in questa guida (vedi, per esempio, come caricare javascripts).
Un altro contro e` l'URL del sito, decisamente ingombrante e brutto da presentare.
E` simile a questo: https://sites.google.com/site/nometuosito
Non e` il massimo, effettivamente, anche perche` il nome del sito viene dopo il percorso di Google. La consolazione e` che, successivamente, sara` molto semplice mappare il sito ad un dominio di secondo livello (vedi: Come collegare il sito Google ad un dominio personale) e ad un costo veramente irrisorio (da 10/15 euro ~ all'anno e anche meno con le promozioni).
Avere un indirizzo tipo "www.nomesito.com" (o altre estensioni), e`, comunque, consigliato e opportuno, quale che sia l'indirizzo di hosting originario, anche per dare al sito un'impronta di serieta` e professionalita`,


Detto tutto questo, ho pensato di condividere la mia esperienza passata, presente e futura, con altri principianti (come ero io), che potrebbero, così, risparmiare molto del tempo che io ho perso e perdo ancora, in ricerche continue.
La guida ufficiale di Google Sites è assolutamente esaudiente, ma non sempre di facile interpretazione. Io vorrei illustrare un percorso, passo a passo e alla portata di tutti, per creare un bel sito con tutto quello che serve. Se vi interessa......seguitemi!


Come creare un sito gratis con Google sites

How to make a website with Google sites, easily

(guida passo a passo)



----------------------------------------------------------


La prima cosa che dovete fare, se volete creare un sito con Google Sites, è andare in questa pagina....

https://sites.google.com/site/sites/system/app/pages/meta/dashboard/create-new-site

....e accedere, o creare un nuovo account. Fatto ciò, possiamo cominciare: vi si chiederà, subito, di scegliere un modello da utilizzare (io ho scelto il modello vuoto per poterlo riempire come voglio).
Il modello, una volta creato il sito, non potra` essere cambiato.
Adesso, dovete dare un nome al sito e qui, prima di decidere, vi consiglio di fare un po' di prove, nella ricerca di Google, in modo da escludere nomi già troppo sfruttati. DOBBIAMO DISTINGUERCI! Una volta trovato il nome giusto, si passa alla scelta del tema. Vanno tutti bene, dipende solo dai gusti. Se posso dare un consiglio personale, escluderei quelli già troppo "disegnati", perchè è meglio arricchire il sito, dopo, con grafica personale, sempre per un discorso di originalità.
Quasi tutti i temi supportano la trasparenza. Alcuni temi hanno la trasparenza impostata di default, mentre in altri va impostata andando in menu`->gestisci sito->temi colori e caratteri->area contenuti->sfondo->colore->nessuno.
Il tema potra` essere, sempre, cambiato anche dopo la creazione del sito.
Bene, ora basta effettuare il test di verifica e inviare l'ordine: "Crea!".

Questa sarà la prima schermata che vi apparirà, vale a dire la vostra "Home page" (naturalmente, la grafica cambia a seconda del tema che avete scelto):


Come vedete è tutto spoglio, pronto per essere personalizzato da voi.Andiamo avanti....
Se volete costruire il sito con calma e non volete renderlo subito pubblico, la prima cosa da fare, a questo punto, è mettere l'impostazione  "privato", o "persone specifiche" (se avete collaboratori) per la condivisione dell'intero sito, in modo che non venga indicizzato dai motori di ricerca e solo i collaboratori possano visualizzarlo, effettuando l'accesso.
Fate così: cliccate su "condividi", in alto a dx e poi su modifica, dove c'è scritto "pubblico". Si aprirà una nuova finestra.
Già che ci siete, cliccate, in alto a destra, su "attiva le autorizzazioni a livello di pagina", opzione che vi servirà, in seguito, per gestire la condivisione delle singole pagine. (leggi anche: Autorizzazioni a livello di pagine)





Dopo aver abilitato le autorizzazioni a livello di pagina, dovete controllare che sia evidenziata la voce con il titolo del sito (root) nell'elenco delle pagine.
Ora, a destra, modificate l'opzione di condivisione in "privato" o "persone specifiche" (se ci sono piu` collaboratori). Da questa stessa finestra, potete anche aggiungere un altro indirizzo email di accesso per voi, o altri di, eventuali, collaboratori, scrivendoli nella barra sotto "aggiungi persone". E` sempre opportuno avere un secondo indirizzo di accesso.
Bene, ora, sempre restando nella schermata in cui siamo, nel menù verticale a sx, scegliete "generale" e si aprirà una nuova finestra (a cui potrete accedere, normalmente, anche cliccando, da qualunque pagina, su "altro", in alto a dx e scegliendo "gestisci sito" dal menù a tendina). In questa finestra, se volete, potete mettere una breve descrizione del sito, opzionale. Questa descrizione non apparirà nelle pagine, ma apparirà nella ricerca di Google, accanto al nome del sito. Tenete presente che apparirà identica per qualunque pagina del sito, sostituendo il testo del contenuto. In alternativa, e` possibile inserire una descrizione personalizzata per ogni singola pagina. Leggi: Il metatag description.
Sempre in "generale", potete anche eliminare il sito, se fosse necessario. Delle altre voci parleremo in seguito.
Più sotto ancora, potete scegliere la lingua del sito, l'opzione per adattarne la visualizzazione ai cellulari e le impostazioni di accesso per gli altri utenti.

Salvate e procediamo.

Sempre nel menù verticale di sx, clicchiamo su "Temi colori e caratteri"
e qui viene la parte divertente e costruttiva. Si aprirà una finestra da cui potrete cambiare i colori e il tipo di scrittura (font) di tutte le parti del sito. Potrete fare le scelte preferite e vederle applicate sotto, dove è riprodotto l'aspetto del vostro sito. Non è facilissimo da interpretare, soprattutto in certi punti, ma, provando e con un po' di pazienza, si riesce a sistemare tutto e a riempire il sito con tutti i colori che preferite. Anche qui, alla fine, quando sarete soddisfatti,cliccate su "salva". Se volete, potete dare un'occhiata all'articolo Esempio di grafica per sito Google.
Vorrei aprire una piccola parentesi per quanto riguarda il colore di fondo del sito, o dell'area contenuti. Un sito colorato è sicuramente attraente, ma crea qualche problema quando si vogliono inserire dei gadget, infatti, possono apparire degli spazi bianchi. In alternativa, potete scegliere di applicare uno sfondo colorato alle singole pagine. Per questi argomenti, vi rimando alle guide:
Gadget in siti con sfondo colorato: e Come mettere uno sfondo colorato ad una pagina.
Andiamo avanti....
Cliccando sul menu` (altre azioni) -> modifica layout del sito, si aprirà una barra di strumenti orizzontale. Così....





Se cliccate sulle varie voci, potrete abilitarle e disabilitarle.
Potete impostare la larghezza del sito. La misura standard, in genere consigliata, è 1024px.
La larghezza fissa va inserita solo con i numeri, il termine px apparira`, in automatico, dopo il salvataggio. In alternativa, potete impostare la larghezza in percentuale. Se volete un sito a "tutto schermo", dovete metterla al 100%.
Dopo aver impostato la larghezza, per salvare l'impostazione, dovete cliccare sul tasto "Invia" del vostro pc. Se vorrete cambiare la larghezza, in un secondo tempo, sara` necessario evidenziare il valore di larghezza gia` presente, posizionandoci il cursore del mouse e poi: click con il dx + seleziona tutto, sovrascriverlo e salvare (sempre con il tasto invia).

Nota bene: non e` necessario impostare la larghezza in percentuale per avere un sito "responsive". Anche impostando una larghezza fissa, sara` possibile scegliere, poi, di "adattare automaticamente il sito per il cellulare" e renderlo, quindi, "mobile friendly" come richiesto dalle nuove disposizioni di Google stesso. Pensera` il sistema a configurare la visualizzazione secondo la larghezza dei diversi schermi, pur rispettando le dimensioni  che avete scelto per la visualizzazione su desktop. (leggi anche: Google sites - come ottimizzare il sito e i contenuti per il mobile)

Sempre con "modifica layout" aperto e passando il cursore sulla barra orizzontale, sulla barra laterale e sul piè di pagina personalizzato (se li avete abilitati), si apriranno le voci per aggiungere, eliminare, modificare, spostare gli elementi che li compongono. Di volta, in volta, cliccando, si apriranno le finestre relative all'operazione che intendete effettuare. Ne parlerò, meglio, più avanti.
In fondo alla pagina, sempre passando il cursore, si evidenzierà la voce "Modifica il piè di pagina di sistema" e, cliccando sugli elementi, aprirete la finestra dove togliere le spunte da ciò che desiderate eliminare. Come detto prima, per personalizzare il piè di pagina con altri contenuti, dovete, prima, abilitare il "piè di pagina personalizzato".
Una volta completato il tutto, cliccate su "chiudi" per tornare alla normale visualizzazione della pagina.

Andando in altro->gestisci sito->generale e scorrendo verso il basso della pagina, trovate "configura ricerca", dove potete configurare la casella di ricerca. Mettete le impostazioni che desiderate e date l'OK , poi cliccate su "Salva", in alto a sx.

Ok, a questo punto abbiamo finito con le operazioni di base e possiamo passare alle cose "serie", cioè alla creazione delle pagine. Torniamo alla nostra "home", cliccando sul nome del sito, in alto a sx.

Prima di dimenticarmi, voglio dirvi (perchè non è evidente) che Google fornisce, automaticamente, un traduttore per i visitatori di altri paesi (http://googleblog.blogspot.ch/2009/12/translate-google-sites-with-one-click.html). Questo traduttore noi non lo vediamo, perchè appare solo a chi entra in un sito scritto in lingua straniera. Per vederlo, se volete, potete entrare in un sito straniero e provarlo.
Nel caso in cui il sito sia mappato ad un dominio di secondo livello, leggete: Traduttore per il sito.


Cominciamo, quindi, col costruire la nostra home page. In alto a dx, vedrete due icone vicine: la prima (una matita) apre l'editor della pagina, la seconda serve a creare una nuova pagina. Cliccate sulla matita. Ora, in alto, avrete la vostra barra con tutti gli strumenti per realizzare i contenuti che e come più vi piacciono. 
Questa è la barra:
 

Ci sono le scelte standard relative alla scrittura e poi, in alto, trovate: inserisci, formato, tabella, layout.
Cliccando su inserisci, si aprono molte opzioni, che potrete esaminare con calma. Prima di inserire le nuove funzionalità, posizionate il cursore nel punto della pagina dove volete sistemarle. Ora vi parlerò di quelle che si usano di frequente.

Sotto "Inserisci" troviamo:
  • Immagine: lo dice la parola, serve a caricare le immagini che volete inserire nella pagina. Cliccandoci sopra, si aprirà una finestra da cui potrete caricarle, dal web, o dal vostro pc. Non dimenticate di inserire il testo alternativo (tag Alt), dove indicato, utile per una migliore indicizzazione. Cliccando sull'immagine caricata, avrete poi a disposizione strumenti per il ridimensionamento, l'allineamento, la possibilità di scrivere di fianco all'immagine e la sua eliminazione, se necessario. Le immagini possono essere spostate trascinandole, purche` ci sia lo spazio sufficiente.Per non riempire lo spazio di archivio, consigio di ridimensionare e comprimere le immagini prima del caricamento.
  • Link: per inserire link che mandano a altre pagine del sito, o a pagine del web. Se volete caricare il link ad una pagina web, dovete copiare il suo indirizzo, poi cliccare su "indirizzo web" e, nella nuova finestra, incollare l'indirizzo. Potete anche inserire, sopra, un nome, o una parola, sotto cui l'indirizzo verrà nascosto. Personalmente, consiglio di mettere la spunta, prima di dare l'ok, alla voce "apri questo link in una nuova pagina", così i visitatori non perderanno di vista la pagina del sito. (Potete aggiungere un link anche cliccando sull'icona negli strumenti di testo).
  • Sommario:potete aggiungere un sommario degli argomenti della pagina che state costruendo. Per fare questo, cliccate su "sommario". Cambiate, se lo ritenete, le impostazioni nella finestra che si aprirà e poi salvate. Il sommario, vuoto, apparirà nella pagina. Per aggiungere voci al sommario, dovete evidenziare il testo scelto, quindi cliccare su "Formato", in alto a dx e scegliere: intestazione, o intestazione secondaria, o intestazione minore, a seconda del livello che volete dare all'intestazione. Le nuove voci appariranno solo dopo che avrete salvato la pagina. Per togliere una voce dal sommario, evidenziatela nel testo, tornate in "Formato" e poi mettete la spunta a: "testo di paragrafo normale".
  • Elenco di pagine secondarie: interessante funzionalita` che crea un elenco delle pagine secondarie e, soprattutto, permette di scegliere le pagine da visualizzare.
  • Cliccando su "Tabella", invece, possiamo creare una tabella nella pagina e possiamo anche scegliere da quante colonne o righe deve essere formata, basta passare col cursore sullo schema, che appare dopo aver cliccato su "inserisci tabella" e verranno evidenziate le scelte. Per modificare, in seguito, una tabella già costruita, si usano le voci successive (inserisci riga, inserisci colonna, elimina ecc.). Per creare una tabella personalizzata, potete guardare questa guida. Vedi anche Come rendere trasparente una tabella.
  • Cliccando su "Layout", possiamo scegliere se scrivere su pagina intera, o su due o tre colonne, o disporre in altri modi ancora.

Lascio a voi la sperimentazione delle altre voci disponibili.

Prima di iniziare con la costruzione vera e propria del sito, vi consiglio di leggere anche la guida:
Costruire il sito, consigli pratici per cominciare bene.

Bene, ora che abbiamo esaminato le principali funzionalità, potete iniziare a creare la vostra "Home page". Potete decorarla come preferite, con foto e disegni e scrivere un testo di presentazione del sito. Quando avrete finito e sarete soddisfatti, salvate la pagina e, se vorrete, potrete renderla pubblica.
Vediamo come fare: In realtà è il sito stesso che dobbiamo rendere pubblico, dato che era stato reso privato, in precedenza, per prepararlo. Cliccate su menu->gestisci sito->condivisione e autorizzazioni. Nell'elenco delle pagine che apparirà, selezionate la primissima in alto, quella, cioè, con il nome del sito; quindi, cliccate su "modifica", a dx, di fianco all'impostazione "persone specifiche" e cambiate in "pubblico sul web".

Se avete abilitato le autorizzazioni a livello di pagina e volete dare autorizzazioni specifiche, diverse, alle singole pagine, selezionate, allo stesso modo, le pagine che vi interessano e impostate la condivisione che desiderate. In caso contrario, tutte le pagine erediteranno le impostazioni di condivisione del sito.
Tenete presente che solo le pagine "pubbliche" saranno indicizzate da Google; quelle private, saranno visibili solo da voi e quelle per "chiunque abbia il link" potranno essere viste solo da chi è nel sito, o ha ricevuto il link, ma non appariranno nella ricerca. Salvate.


Il primo passo è stato fatto, adesso potete cominciare a creare la prima pagina. Cliccate sull'icona in alto a dx, vicino a quella con la matita 
e, nella nuova finestra, scrivete il titolo della pagina.



Come modello, normalmente, va bene "pagina web", gli altri modelli servono per esigenze specifiche. Ora, dovete scegliere la posizione della pagina, cioè il percorso che apparirà nell'URL.
Fatto questo, conviene accorciare l'URL, se molto lungo, cliccando su "modifica URL". E` sempre meglio non avere URL troppo lunghi.
Cliccate su "Crea".
La nuova pagina si aprirà già con l'editor pronto per le modifiche. Per impostazione predefinita, i titoli delle pagine verranno elencati nella barra laterale, a sx di ogni pagina del sito. Vedremo poi come modificare questa impostazione e anche come creare una barra orizzontale.
La prima cosa da fare, dopo aver creato una nuova pagina, se la sua preparazione richiede tempo, è renderla privata fino al momento in cui l'avrete terminata e sarà pronta per la pubblicazione. Per far questo, cliccate prima su "salva" e poi su "condividi", in alto a dx. Cliccate, ora, su "modifica" alla voce "Usa le stesse autorizzazioni e gli stessi membri di......" Scegliete "Utilizza autorizzazioni personalizzate" e salvate. Ora andate su "modifica", alla voce "pubblico sul web"" e cambiate in "privato" o "persone specifiche" (nel caso abbiate collaboratori, o piu` account di accesso). Salvate.

Ecco fatto, ora potete lavorare alla vostra prima pagina in tutta calma. Quando sarà pronta per la pubblicazione, non avrete che da rifare il percorso e cambiare l'impostazione in pubblico sul web.

A proposito....potete scegliere quale sarà la pagina principale del vostro sito, cioe` quella che apparira` per prima digitandone l'indirizzo. Per farlo, dovete andare in Menu`->gestisci sito->generale->pagina di destinazione->modifica. Di default, la pagina principale e` la Home page.
Un suggerimento per quanto riguarda il colore di fondo delle pagine:
Il colore di fondo, una volta impostato, rimane lo stesso per tutte le pagine. Se volete dare un colore di fondo diverso ad una singola pagina, leggete: Galleria di effetti vari per le pagine web.

Ora passiamo ad altre cose, più particolari, che avevamo lasciato indietro:
Andando in "Altro" e poi in "Impostazioni pagina", troviamo altre opzioni.
Togliete la spunta a quelle che non vi servono. Più sotto, avete la possibilità di modificare l'URL della pagina; cosa che può essere utile se decidete di cambiarne il titolo, perchè l'URL non viene modificato in automatico. Attenzione, però, al fatto che, cambiando l'URL ad una pagina già indicizzata nel motore di ricerca, perderà l'indicizzazione per un certo tempo. Ricordatevi che non possono esserci spazi tra le parole. Usate le lineette per separarle.

Quando le pagine del sito cominceranno ad essere numerose, potrebbe risultare scomodo averle tutte nella colonna, sempre più lunga, della barra laterale. Da qui, l'esigenza di creare una barra orizzontale, più pratica e anche migliore esteticamente. Per fare questo, procedete così. Sempre da "Menu`", cliccate su "Modifica layout del sito". Apparirà una barra di strumenti. Cliccate su "Navigazione orizzontale" per attivarla. Sempre qui, potete scegliere se tenere o eliminare definitivamente la barra laterale. Passando col cursore sulla barra di navigazione orizzontale apparsa e cliccando, aprirete la finestra secondaria, con le proprietà. Cliccando su "Aggiungi pagina", potrete scegliere le pagine del sito da inserire. Scegliendo, invece, aggiungi URL, inserirete dei link diretti. Vedrete che, di lato, ci sono delle freccette; le prime servono per spostare le pagine in alto o in basso, decidendone, così, la posizione nella visualizzazione, le altre servono al "rientro", cioè a sistemarle come pagine secondarie nel menù a tendina sotto le pagine principali. Cliccando 2 volte sulle voci di menu, potete modificarle. Una volta sistemato tutto, a vostro piacere, date l'ok e poi salvate.
Sempre in modalita` "Modifica layout", cliccando sulla matita, vicino a "Sidebar", potrete decidere se posizionare la sidebar a dx, o a sx e stabilirne la larghezza. Cliccando sul + , sempre vicino a "Sidebar" potrete aggiungere contenuti. Passando col cursore e cliccando su "Navigazione", si aprirà la finestra secondaria di configurazione. Togliete la spunta a "Organizza automaticamente la navigazione", vi appariranno le pagine del sito e potrete effettuare una scelta personalizzata dei collegamenti da visualizzare nel menu` di navigazione. Da qui, potrete sempre aggiungere e eliminare pagine, o aggiungere link diretti, cliccando su "Aggiungi URL".
Finita la personalizzazione, cliccate su "Chiudi", in alto a destra, per tornare alla normale visualizzazione.

Suggerimento:
E` possibile scegliere la posizione della barra di navigazione orizzontale (sinistra - centrale - a destra), andando in menu`->gestisci sito->temi colori e caratteri->navigazione orizzontale->layout->allineamento. Piu` sotto e` possibile impostare un margine di spostamento da sx a dx.

Bene, ora avete costruito il vostro sito e potrete migliorarlo, giorno per giorno, personalizzandolo e arricchendolo.
Tenete presente che ci vorrà qualche giorno, o qualche settimana affinchè venga indicizzato nella ricerca di Google. Se volete accelerare i tempi, qui trovate i consigli utili. Una cosa importante è inviare sempre la mappa del sito (sitemap) tramite "Strumenti per i webmasters" (trovate il link per accedervi anche in "Gestisci sito"). Qui potete trovare le spiegazioni del supporto di Google. La sitemap, andrà inviata nuovamente ogni volta che effettuerete delle modifiche al sito. Se volete avere una conferma di quali pagine del vostro sito sono già indicizzate da Google, potete usare lo strumento site; cioè, dovete digitare, nella barra di ricerca, la parola "site" seguita dall'URL del sito.
Esempio: site:
https://sites.google.com/site/lachiavenelpozzo/
Buon lavoro a tutti!

In piu`, vi consiglio questo video di YouTube.... https://www.youtube.com/watch?v=Mz6nqUb0TbU....che contiene un'ottima guida di base per i principianti.





Aiuta il sito! Condividi questa pagina su:
 Facebook   twitter  Google   Linked  in   

Ti e` stato utile questo argomento?


Vai avanti con: Google sites....i trucchi
per tutte le guide, i trucchi, i suggerimenti e le soluzioni.