Consigli pratici per cominciare bene

di Maria Silvana Radice






I consigli pratici per cominciare bene 

a costruire il sito con Google sites

Practical advice for building good website


Dato che mi sono fatta un po' di esperienza e dato che per farmela ho commesso molti errori e perso tanto tempo, mi fa piacere trasmettervi qualche consiglio che ritengo prezioso. Parlo di metodo, di organizzazione e di pianificazione per rendere tutto il piu` semplice e funzionale possibile.
Questa e` una guida, quindi, per mettere in atto tutte le buone soluzioni che permettono di perdere meno tempo e di gestire il sito nel modo migliore dal punto di vista funzionale, il che non e` poco considerato che il tempo da dedicarci e` sempre troppo poco.
Seguitemi....



Vuoi un sito? Noi siamo pronti ad accontentarti..



Creazione di siti web personalizzati per ogni esigenza.





Al nostro primo accesso a Google sites, la schermata che appare e` questa:



Come ho detto anche nella guida passo a passo, il mio consiglio e` quello di scegliere il modello vuoto e di personalizzarlo.
Proseguiamo....



Scegliere il nome del sito:

La scelta del nome del sito non puo` essere casuale e non puo` essere dettata solo dal fatto che un certo nome ci piace. Il nome del sito deve identificarlo senza ombra di dubbio. Munitevi di carta e penna e cominciate a segnare i possibili titoli che vi sembrano appropriati, poi aprite la ricerca di Google e metteteceli, uno dopo l'altro. Se trovate altri siti con lo stesso nome, provate con il successivo e cosi` via fino a trovare un titolo non sfruttato.
Fatto questo, mettete il nome scelto nella casella predisposta per la creazione del sito (vedi schermata sopra). Il nome che mettete nella casella sara` quello che appare anche nell'indirizzo del sito e questo rende le cose un po' complicate, perche` l'indirizzo deve essere inedito,  e puo` accadere di dover provare diverse soluzioni prima di trovarne una che viene accettata. Se vi dispiace tanto, ma proprio tanto rinunciare al nome che avevate in mente, perche` Google dice " Il percorso scelto non e` disponibile", non dovete disperarvi. Quello che conta e` trovare l'indirizzo accettabile, perche` il nome puo` essere cambiato dopo.
Poniamo, per esempio, che vogliate chiamare il sito "Pippo" e che Google vi dica che il percorso....

https://sites.google.com/site/pippo

....non e` disponibile perche` qualcuno ha gia` scelto questo nome. Eppure....a voi il nome Pippo piace tantissimo e non volete cambiarlo. Quello che dovete fare e`, semplicemente, trovare un'alternativa accettabile per l'indirizzo. Provate con "Pippo.io", o con "Pippo-dai", o quello che volete. Una volta che l'indirizzo e` stato accettato, potrete cambiare il nome del sito in "Pippo", senza che Google abbia nulla da ridire, andando in menu`->gestisci sito. In seguito, per di piu`, nulla vi vietera` di mappare il sito ad un dominio di secondo livello con un indirizzo del tipo "www.pippo.com", sempre, naturalmente, che non appartenga gia` a qualcuno.

Ok, risolto il problema nome, cliccate su "Crea", rimandando a dopo la scelta del tema e le altre opzioni.

Bene, ora vi trovate di fronte alla schermata del vostro sito vuoto.

La prima cosa da fare:

La prima cosa da fare, considerando le nuove e severe normative per la privacy, e` rendere il sito privato (leggi: Autorizzazioni a livello di pagine) finche` non sara` fornito dei documenti importanti e obbligatori per legge (vedi: I documenti importanti).

Creare il sito di archivio:

Fatto questo e prima di passare alla costruzione vera e propria del sito, il mio consiglio e` quello di creare un sito di archivio, che potete chiamare semplicemente "Pippo - archivio". I

Perche` utilizzare un archivio:
  1. Risparmiare spazio sul sito principale
  2. Avere tutti gli allegati in ordine e raggiungibili
  3. Aggiornare gli allegati con facilita`, anche su piu` pagine contemporaneamente
  4. Gestire piu` siti utilizzando gli stessi allegati (es: siti multilingua)
Nell'archivio metterete tutti i contenuti per il sito: immagini, script e quant'altro e poi li caricherete nel sito tramite URL.
Il sito/archivio dovra` avere la condivisione impostata su "Chi ha il link", in modo che i suoi contenuti siano raggiungibili, ma le sue pagine non siano scansionate, ne` indicizzate dai motori di ricerca. E` molto importante che il sito di archivio non sia pubblico, anche perche`, se fosse pubblico, i contenuti caricati nel sito principale, tramite URL, postrebbero essere considerati dei doppioni e bloccati per violazione del copyright.
Le pagine dovranno essere sempre di modello "schedario", per avere, comodamente, sottomano i vostri file da aggiornare. Per sostituire un file nello schedario bastera` ricaricarlo con lo stesso nome ed estensione e il sistema lo aggiornera` in automatico*. In questo modo, risultera` aggiornato anche sul sito, o i siti in cui e` presente tramite collegamento.

Fate attenzione che nel nome contano anche le lettere maiuscole. Nel nome del file caricato negli allegati non si vedono, ma il sistema le distingue. Se non siete sicuri del nome che avete dato al file, vi conviene scaricarlo e visionarlo.

Consiglio di creare una nuova pagina di archivio per ogni argomento, al fine di evitare eventuali cancellazioni di file involontarie, oppure sostituzioni per omonimie.

Se il vostro sito ha poche pagine con poche immagini e non avete particolari necessita`, potrebbe bastarvi creare una, o piu` pagine di archivio all'interno del sito stesso. Anche in questo caso, l'archivio dovra` avere l'impostazione di condivisione su "Chi ha il link". Posizionate le pagine di archivio al livello superiore e non sotto altre pagine, in modo che non siano raggiungibili dagli utenti, ma solo da voi (menu` -> gestisci sito -> pagine).

* Se la sostituzione del file non dovesse avvenire in modo corretto, potete cercarlo nell'elenco generale degli allegati, seguendo il percorso menù -> gestisci sito -> allegati. In questo elenco, i file sono ordimati secondo la data di caricamento. Per individuare un file, se ne avete molti e non ricordate la data, il modo migliore è digitarne il nome esatto nella casella di ricerca posta sopra. Il risultato ne rivelerà anche la data di caricamento rendendo più semplice la sua ricerca. Una volta trovato il file da sostituire, bastera` selezionarlo mettendo la spunta e cliccare, in alto, su "Sostituisci".

Il layout:

Google sites offre la possibilta` di scegliere il layout e di sceglierlo singolarmente per ogni pagina. Una risorsa davvero utile e importante.
I tipi di layout disponibili sono questi:





La scelta del layout dipende dalle esigenze personali, ma anche da un altro fattore di cui bisogna tener conto e cioe` l'ottimizzazione per i dispositivi mobili. Vi consiglio, quindi, di leggere l'argomento relativo nella pagina Google sites - come ottimizzare il sito e i contenuti per il mobile

Caricare le immagini nell'archivio esterno:

Premessa: I procedimenti che descrivo per caricare le immagini in un archivio esterno sono quelli che assicurano la visualizzazione anche nel caso in cui il sito principale sia mappato ad un dominio di secondo livello.


Le immagini non vanno caricate cosi` come le avete nel computer, magari scaricate dalla macchina fotografica. Vanno ridimensionate e compresse, in modo da occupare il minor spazio possibile. Potete ridimensionarle con un qualunque programma di grafica. Per comprimere le immagini, invece, dopo averle ridotte, potete usare http://luci.criosweb.ro/riot/.

Le immagini vanno caricate in una pagina schedario in questo modo:
  1. Si carica l'immagine come allegato.
  2. Si carica l'anteprima dell'immagine nella stessa pagina (inserisci->immagine). L'immagine risultera` gia` memorizzata.
  3. Si salva la pagina.
  4. L'immagine può essere copiata in due modi:
  • Potete copiare l'indirizzo dell'immagine cliccandoci con il tasto dx e scegliendo "Copia indirizzo immagine".
    In questo caso, l'immagine porterà con se il collegamento. Nella pagina di destinazione, poi, sul sito principale, caricate l'immagine tramite URL.
  • Potete caricare l'immagine con il semplice "copia->incolla". In questo caso, l'immagine non manterrà il collegamento predisposto.

Nota: se l'indirizzo dell'immagine deve essere incollato in un codice (per es. per uno Slideshow), basta copiarlo direttamente dall'allegato corrispondente (click su scarica o visualizza -> copia indirizzo o collegamento). In questo caso è consigliato togliere la parte finale dopo l'estensione del file.

Es: https://sites.google.com/site/nomesito/nomepagina/nomeimmagine.jpg?attredirects=0

Il tag "ALT":

Il tag ALT serve ad indicizzare meglio le immagini. Google sites offre lo strumento per inserirlo e lo trovate sotto la voce "Testo alternativo" quando caricate l'immagine nella pagina. Il testo deve essere breve e dare un'indicazione precisa all'argomento a cui l'immagine si riferisce.


Importante: Se non si inserisce subito questo testo, e` buona regola mettere uno spazio (con la barra spaziatrice) nella casella, anche lasciandola vuota. In questo modo il sistema creera` un tag alt vuoto nel codice relativo all'immagine, che si potra` poi riempire in un secondo tempo.

Immagini animate o con fondo trasparente:

Le immagini animate (gif) vanno caricate direttamente negli allegati del sito principale con il metodo descritto in Immagine animata (gif), come caricarla. Per la  loro gestione ottimale, quindi, consiglio di creare una pagina "Schedario" nel sito stesso.

Le immagini con fondo trasparente vanno caricate come le gif animate.



Struttura del sito e gerarchia delle pagine:

C'e` da premettere subito che la struttura del sito non e` importante solo per noi e per la navigazione degli utenti, ma, ben di piu`, e` importante per una buona indicizzazione sui motori di ricerca.
Quando create una nuova pagina e` importante che impostare da subito il suo percorso definitivo, perche` un cambiamento successivo, anche se possibile, potrebbe causare la momentanea perdita del posizionamento.
La gerarchia delle pagine di un sito e` costituita da pagine principali e pagine secondarie, alle quali si possono aggiungere ulteriori pagine secondarie di pagine secondarie.
Le pagine principali non dovrebbero essere troppe e devono dare l'indicazione degli argomenti fondamentali del sito.
Le pagine secondarie possono essere quante volete, cercando di non creare troppe sottocategorie delle stesse. Nel senso che va bene avere sito/pagina/pagina/pagina, ma sito/pagina/pagina/pagina/pagina/pagina ecc, comincerebbe ad essere difficile da gestire anche per il motore di ricerca.
La posizione delle pagine nella gerarchia puo` essere decisa in fase di creazione scegliendo (vedi immagine piu` sotto):
  • Metti la pagina a livello superiore (per le pagine principali
  • Metti la pagina sotto..(di default la pagina da cui e` partita la creazione della pagina nuova)
  • Scegli un percorso diverso

Titolo della pagina:

Il titolo della pagina deve avere alcune caratteristiche: deve indicare l'argomento di cui si tratta. Deve essere alfabeticamente ben catalogabile e non deve essere troppo lungo (I titoli troppo lunghi vengono tagliati dai motori di ricerca).
Quando avrete molte pagine del sito, vi fara` molto comodo aver ben impostato, dall'inizio, una buona ricerca alfabetica.
La mappa del sito rispettera` l'ordine alfabetico delle pagine. Saggio, quindi, scrivere: "Fiori, come coltivarli" e non "Come coltivare i fiori". Nulla vi impedira`, poi, arricchire la pagina con un sottotitolo piu` affascinate, se lo desiderate.
Non create mai pagine con lo stesso titolo e nemmeno con titoli similari.

La mappa del sito:

Per la mappa del sito potete scegliere se utilizzare quella creata automaticamente, oppure crearla voi, piu` personalizzata, utilizzando il gadget "Elenco di pagine secondarie", presente nel menu` "Inserisci" (vedi, come esempio, la mia Mappa del sito).
A questo proposito vorrei informarvi della possibilita` di rendere il titolo di questo gadget (e di tutti i gadget) cliccabile. Dopo aver creato il gadget, accedete al suo codice html e inserite questa stringa....

href="URLpagina">

....proprio prima dell'inizio del codice del gadget.

Esempio:
<a href="http://www.lachiavenelpozzo.com/come-fare-a/galleria-di-effetti-vari-per-le-pagine-web"><img src="https://www.google.com/chart?....ecc. ecc...

Il gadget "Elenco di pagine secondarie":

Continuando dall'argomento "Mappa del sito" e come gia` sapete se avete letto la mia guida "Ottimizzare e pubblicizzare il sito con buonsenso .." e` molto importante che, in fondo ad ogni pagina, ci siano i link ad altri argomenti presenti sul sito, per invogliare l'utente a proseguire la sua navigazione. In fondo ad ogni pagina, se non modificato, appare gia`la lista delle pagine secondarie. Meglio di questo trovo sia utilizzare anche qui il gadget "Elenco di pagine secondarie". Con questo gadget, infatti, potete scegliere quale lista di pagine secondarie proporre all'utente attraverso il menu` del sito. Importante impostare la larghezza al 100% affinche` la visualizzazione sia ottimizzata per il mobile.

La Home page:

La Home page si chiama cosi` per definizione, ma, in realta`, non deve proprio chiamarsi cosi`. Non chiamate mai la vostra home page "Home Page". E` importante che il titolo sia distintivo e descrittivo per ogni pagina del sito e anche per la prima pagina.

URL della pagina:

Quando create una nuova pagina, si creera`, in automatico anche il suo URL. Questo indirizzo non deve corrispondere, necessariamente, al titolo per esteso della pagina, ma puo` essere abbreviato ed e` buona cosa farlo per non rischiare di ottenere indirizzi lunghi e complicati, soprattutto se in seguito si aggiungono sottopagina. Indirizzi del genere sarebbero di difficile interpretazione sia per gli utenti che per i motori di ricerca.
Le soluzioni sono due: o impostate il titolo in relazione all'indirizzo e in seguito modificate il titolo nella pagina stessa, oppure accorciate l'indirizzo in fase di creazione della pagina.
Quando create una nuova pagina, si apre questa schermata:




Cliccando su "modifica URL" potete modificare e accorciare l'indirizzo della pagina senza che il titolo venga modificato.

La descrizione della pagina:
Importantissima! Quello che scrivete nella descrizione della pagina sara` quello che apparira` nei risultati di ricerca sotto al titolo della pagina stessa. Per inserire la descrizione, dovete seguire il percorso: menu`->impostazioni->descrizione della pagina.
La descrizione deve essere concisa, ma efficace.

La pagina "modello":

Facilmente, le pagine, hanno dei contenuti che si ripetono. Per esempio l'attribuzione il nome dell'autore, i bottoni di condivisione, i banner pubblicitari, o altro. Per non dover caricare, ogni volta, manualmente, anche questi contenuti nelle pagine nuove, e` molto comodo creare un "modello pagina". Per fare questo, create una nuova pagina e caricate solo con i contenuti che abitualmente mettete in ogni pagina del vostro sito, gia` opportunamente posizionati, la salvate e poi cliccare su menu`-> salva come modello pagina. Nella finestra che si aprira` potrete dare un titolo al vostro modello e salvarlo a sua volta. Fatto cio`, potete continuare a costruire la pagina utilizzata, se vi serve, oppure potete cancellarla.
D'ora in avanti, ogni volta che dovrete creare una pagina nuova, tra i modelli di default da scegliere (web, annunci, schedario, elenco) comparira` anche il vostro modello personale. Potete anche impostarlo di default, andando in menu -> gestisci sito -> modelli pagina.
Vi assicuro che e` un guadagno di tempo non indifferente.

Rimuovere la formattazione del testo:

Capita`, a volte, di dover inserire nel contenuto degli elementi prelevati da altre pagine utilizzando il copia->incolla. Questo puo` creare dei problemi, perche` oltre a incollare il testo che ci interessa, ci portiamo dietro anche la formattazione che tale testo contiene, compresi tag inutili e dannosi. Per evitare questo, il consiglio e` di rimuovere la formattazione  del testo dopo averlo incollato nella nostra pagina. Farlo e` molto semplice, basta evidenziarlo e poi cliccare sull'icona apposita nella barra degli strumenti di editor....




In questo modo il codice html verra` ripulito da qualunque scoria e potrete poi riformattarlo come preferite.

Ottimizzazione per cellulare:

Tutti i siti devono essere ottimizzati per la visualizzazione su mobile, o saranno penalizzati nell'indicizzazione. Per questo motivo conviene adattare subito i contenuti per tale visualizzazione.
A questo scopo, seguite la guida: Google sites - come ottimizzare il sito e i contenuti per il mobile


Bene, questi sono i primi consigli e altri ne arriveranno se mi trovero` nuove cose utili. Buon lavoro a tutti!