Come caricare codici e scripts in Google sites

di Maria Silvana Radice






How to put codes and scripts in Google sites:

Molti codici e script non si possono inserire direttamente nell'html del sito. Se proviamo a farlo, esce una finestrella di avviso per informarci che non sono supportati.
Se i codici sono semplici e racchiusi in un unico file, la prima strada da tentare e` usare lo strumento "Embed gadget", fornito dallo stesso Google sites. Basta aprire l'editor della pagina, andare in inserisci->altri gadget->In primo piano e scorrere la lista dei gadget fino a trovare "Embed gadget". Fatto questo, incollate il codice nello spazio apposito, impostate le dimensioni e le altre preferenze, scorrendo verso il basso.
Il gadget e` raggiungibile anche tramite il suo indirizzo....
http://www.gstatic.com/sites-gadgets/embed/embed.xml
....seguendo il percorso inserisci->altri gadget->gadget in base a URL

Non tutti i codici, pero`, si possono caricare in questo modo. Se vedete che il codice non viene accettato, seguite questa guida....


Note importanti

- I file.html non possono essere caricati negli allegati di Google sites, o meglio, possono essere caricati, ma solo con funzione di download. Non e` possibile usarne l'indirizzo per inserirli in un iFrame.

- Scrivete i nomi dei file  SEMPRE senza spazi e in lettere minuscole.

- Affinche` i codici da file esterno funzionino, le pagine del sito non devono essere private. (Leggi anche: Autorizzazioni a livello di pagine)

- Prima di caricare i codici, vi consiglio di verificarne il funzionamento e, se necessario, correggerli, usando HTML editor.

- Per i codici che contengono collegamenti ad altri file esterni (cartelle con piu` file) trovate le indicazioni piu` avanti.


Per sapere come rendere responsive i gadget, leggete: Google sites - come ottimizzare il sito e i contenuti per il mobile







Nota: Non è più possibile utilizzare Google Drive per questo tipo di servizio, perchè gli sviluppatori hanno deciso di sospendere la funzione di hosting a partire da 31 agosto 2016. A questo proposito vi rimando all'articolo relativo:

http://googleappsupdates.blogspot.ca/2015/08/deprecating-web-hosting-support-in.html




Incorporare i codici in un gadget


1° fase - incapsularli:

Per rendere compatibili i codici con Google, è necessario "incapsularli".
Vediamo la procedura nei dettagli:

Il contenitore da utilizzare è questo:

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<Module>
<ModulePrefs title="Gadget Template" />
<Content type="html"><![CDATA[

Hello, world!

]]></Content>
</Module>

Copiatelo e incollatelo su un file di testo .txt. ( a cui darete il nome che volete)
Al posto di Hello, world! dovete incollare il codice che volete caricare in Google sites

Fatto questo, vediamo come caricare lo script nel sito....

Raccomando a tutti di leggere anche la guida Google sites - come ottimizzare il sito e i contenuti per il mobile, dove spiego come creare un gadget responsive anche in altezza.

2° fase - caricarli

Per caricare il codice, precedentemente incapsulato, direttamente nel sito, dovete cambiare l'estensione del file da .txt a .xml.
Si aprirà questa finestra di avvertimento....



....non preoccupatevene e cliccate su sì.
Il file cambierà il suo aspetto.
Accedete al vostro sito e andate in Altro->Gestisci sito->allegati e caricate il file .xml che avete preparato. Copiate l'indirizzo del file, cliccando col dx su "scarica".
Ora, entrate nell'editor della pagina in cui volete inserire il gadget e cliccate su inserisci->altri gadget->Aggiungi gadget in base a URL.
Incollate l'indirizzo del file e cancellatene tutta la parte finale, quella subito dopo l'estensione .

es. https://sites.google.com/site/---------/script.xml?attredirects=0&d=1

Cliccate su "aggiungi" e si aprirà la finestra delle impostazioni. In questa finestra, dovete modificare le dimensioni (che sono standard) per adattarle alla misura del vostro gadget. Potete prendere, se presenti, le dimensioni originarie dello script e riportarle anche in queste impostazioni. Potrete correggerle in seguito, se necessario.


Attenzione:
la larghezza del gadget (width) puo` essere impostata in percentuale, oppure in pixel. Se il vostro sito e` impostato per l'ottimizzazione su mobile, la scelta migliore e` quella di usare le percentuali (vedi: Google sites - come ottimizzare il sito e i contenuti per il mobile). Naturalmente, questo e` possibile se anche il codice che state caricando e` correttamente impostato per essere responsive.


Importante: per caricare gli script, la condivisione della pagina deve essere impostata su "pubblica" o "chiunque abbia il link". Se la pagina è privata, la procedura darà errore.

Come modificare un file:

E se dovete modificare spesso il file? Niente paura, ecco i consigli....

  1. Create una pagina  col modello "Schedario" e usatela per caricare i vostri file anziche` farlo dagli allegati.
  2. Quando dovete modificare, scaricate il file sul desktop e aggiornatelo tramite un editor di testo.
  3. Riicaricate il file nello schedario con le modifiche effettuate, ma senza cambiare il nome e l'estensione.
  4. Il sistema sostituira` in automatico il vecchio file con il nuovo.
  5. L'applicazione corrispondente al file verra` aggiornata nella pagina.

Codici costituiti da piu` parti

Alcune volte i codici sono costituiti da piu` sezioni, con istruzioni di questo tipo:

"Questa parte del codice va inserita nella sezione <head> e quest'altra nella sezione <body>.."

Oppure: "Inserite questa parte di codice subito sotto a <body> e quest'altra dove volete che appaia l'applicazione.."

Come tutti sappiamo, non e` possibile accedere alla zona head del codice html di una pagina di Google sites. Come fare allora? Semplicemente, costruiamo una file html in cui inserire tutte le parti del codice che ci serve.

In un file di testo, create questa struttura:

<html>
<head>

</head>
<body>

</body>
</html>

Incollate le parti del codice seguendo le indicazioni che trovate nel sito di provenienza.
Fatto questo, potete Incapsulare il codice e caricarlo direttamente nel sito tramite file.xml

Codici che incorporano file esterni

Molto spesso i codici possono contenere collegamenti a file js esterni, il cui indirizzo viene riportato per esteso....

Es: http://ajax.googleapis.com/ajax/libs/jquery/1.4.2/jquery.min.js

....se l'indirizzo, come nell'esempio sopra, inizia per "http", significa che il file e` ospitato su una piattaforma non certificata.
In questo caso, il collegamento NON FUNZIONERA`, perche` i siti Google sono siti certificati e i browser, per la sicurezza, bloccano tutti i contenuti non protetti. La maggior parte delle volte, e` sufficiente aggiungere la s finale e cambiare http in https.
Se questo non dovesse funzionare, o se preferite avere il file come vostro allegato, dovete scaricare il file.
A seconda del browser che usate, il percorso e` piu` o meno questo:

File -> salva pagina con nome

In alternativa:
Copiate tutto il contenuto del file (basta andare al suo indirizzo) dalla schermata, copiatelo in un file di testo, rinominate il file di testo dandogli l'estensione richiesta e caricare il file negli allegati del sito, o, meglio, negli allegati di una pagina schedario.
Fatto questo, prelevate il suo nuovo indirizzo e lo sostituitelo all'interno del codice, togliendo tutta la parte dopo l'estensione.

Es: https://sites.google.com/site/nomesito/nomepagina/jquery.js?attredirects=0&d=1



Codici contenuti in una cartella con piu` file

Spesso i codici dei programmi (es. slideshow) sono contenuti in cartelle e utilizzano file esterni contenuti nelle cartelle stesse. Per caricare questo tipo di programmi in Google sites, si possono usare due metodi....

1º metodo - caricare i file negli allegati di Google sites:

L'opzione consigliata per avere tutto nel proprio sito, anche se un po' piu` laboriosa all'inizio leggi: Come caricare cartelle di file in Google sites





Aiuta il sito! Condividi questa pagina su:
 Facebook   twitter  Google   Linked  in    


Ti e` stato utile questo argomento?