Un sito da zero

I dati strutturati

Sommario:
Questa pagina è parte della guida Come creare un sito da zero

Cosa sono i dati strutturati e a cosa servono

I Dati strutturati sono dati che vengono implementati nel codice di una pagina web utilizzando una particolare sintassi. Servono per dare a Google principalmente, ma anche agli altri motori di ricerca, informazioni riguardo al contenuto della pagina stessa e sui dati che desideriamo far apparire nei risultati.

I dati strutturati vengono inseriti, normalmente, nel body della pagina e fanno parte, quindi, dei contenuti visibili. Possono essere inseriti anche nella zona head, tramite metadati, ma solo qualora ci fosse la necessità di inserire dati che non volete rendere visibili nel contenuto. Questa soluzione deve essere riservata a casi particolari. In questa guida tratterò solo l'implementazione nel body della pagina.

Breadcrumbs

Per esempio, ci sono i dati strutturati per le breadcrumbs (briciole di pane), che mostrano il percorso di navigazione della pagina e che si vedono spesso nella parte alta della pagina stessa (le potete vedere anche nelle pagine di questo sito).
Le breadcrumbs con dati strutturati si inseriscono in questo modo:
<div class="breadcrumbs">
<span itemscope itemtype="http://data-vocabulary.org/Breadcrumb">
<a href="/index" itemprop="url">
<span itemprop="title">Home</span>
</a> -&raquo;
</span>  
<span itemscope itemtype="http://data-vocabulary.org/Breadcrumb">
<a href="/percorso pagina principale" itemprop="url">
<span itemprop="title">Titolo pagina principale</span>
</a> -&raquo;
</span>  
<span itemscope itemtype="http://data-vocabulary.org/Breadcrumb">
<a href="/percorso pagina attuale" itemprop="url">
<span itemprop="title">Titolo pagina attuale</span>
</a>
</span>
</div>

I dati strutturati servono anche per evidenziare altre informazioni. Mettiamo, per esempio, di volerli implementare in una pagina che contiene una ricetta. In questo caso, possiamo creare i dati strutturati per gli ingredienti e per l'immagine che così apparirà nei risultati di ricerca.

Recipe

I dai strutturati per una ricetta sono configurati in questo modo:
<div itemscope itemtype="http://schema.org/Recipe">
<h1 itemprop="name">Titolo ricetta</h1><br>
<img itemprop="image" src="URLimmagine" alt="" title=""><br>
<span itemprop="description">Descrizione</span><br>
<span ><strong>Ingredienti:</strong></span><br>
- <span itemprop="recipeIngredient">Ingrediente1</span><br>
- <span itemprop="recipeIngredient">Ingrediente2</span><br>
- <span itemprop="recipeIngredient">Ingrediente3</span><br>
- <span itemprop="recipeIngredient">Ingrediente4</span>
</div>

Ora vedete i dati tutti insieme, ma non è necessario che siano scritti di seguito uno all'altro. Tra di essi ci possono essere parti del contenuto della pagina, purchè i tag che racchiudono i dati siano sempre chiusi.

Altro

Nel caso vogliate implementare i microdati per un articolo, la cosa si fa un pochino più complicata, perchè ci sono alcuni campi che Google impone come obbligatori.
La cosa migliore è affidarsi agli esempi completi offerti da Google stesso:

https://developers.google.com/search/docs/data-types/articles

Potete creare facilmente i vostri dati strutturati anche grazie ai tool online come questo:

https://webcode.tools/microdata-generator

Infine, Google offre la scelta di diversi tipi di dati secondo le varie esigenze:

https://developers.google.com/search/docs/guides/search-gallery

Una volta inseriti i dati nella pagina del vostro sito, dovrete effettuare il test per verificarne la correttezza, andando qui:

https://search.google.com/structured-data/testing-tool/u/0/
Fammi sapere se questo argomento ti è stato utile.
Se non lo è stato, puoi inviarmi le tue osservazioni. Grazie 
Elenco argomenti di questa guida:

Leggi anche: Un sito già pronto per te

Torna alla pagina principale:Creare un sito da zero ->>
Continua con: Come includere contenuti tramite file esterni