Dati e documenti, obbligatori per legge,
che devono essere presenti nel sito web
prima della sua pubblicazione

Molti non sanno, o trascurano il fatto che, per pubblicare un sito web, è necessario inserire i dati e dotarlo dei documenti obbligatori per legge. Eccoli riassunti:
Sommario:
Questa pagina è un completamento della guida Come creare un sito da zero

Dati obbligatori per società, ditte individuali,
artigiani e professionisti

Dati da pubblicare per le imprese svolte in forma societaria:

(art. 2250 c.c., art. 35 D.P.R. n. 633/1972 comma 1).

La partita IVA deve essere messa obbligatoriamente nella home page del sito. Gli altri dati andrebbero, preferibilmente, messi nel footer di ogni pagina, o in una pagina apposita con un collegamento di richiamo posto nel footer.

  1. - Ragione sociale
  2. - Sede legale
  3. - Codice Fiscale e Partita IVA ( quest'ultima indicazione obbligatoria nell'Home Page)
  4. - Indirizzo posta elettronica certificata (PEC)
  5. - Ufficio del Registro dove si è iscritti
  6. - Numero Repertorio economico amministrativo CCIAA (REA)
  7. - Capitale in bilancio (per le società di capitali, cioè spa, sapa, srl, coop)
  8. - eventuale stato di liquidazione sociale
  9. - eventuale stato di società con unico socio cioè unipersonali (ragione sociale, spa o srl a socio unico)
  10. - Società o Ente alla cui attività di direzione e di coordinamento la società di cui fai il sito è soggetta ((art. 2497-bis c.c.).
Quindi, se avete una società, dovete inserire i dati sopra riportati, essenzialmente i primi 6 e per le spa, srl, sapa e coop. anche il settimo ( spa=società per azioni, srl=società a responsabilità limitata, sapa=società in accomandita per azioni, coop=società cooperativa, snc=società in nome collettivo, ss=società semplice, sas=società in accomandita semplice).
Inoltre i siti aziendali che contengono un modulo di contatto devono, nel modulo, inserire una formula di tutela della privacy dei dati personali inviati tramite il modulo stesso, con una formula di questo tipo:

 "La informiamo che ai sensi del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, n.196 - Codice in materia di protezione dei dati personali - ogni attenzione è posta per tutelare la riservatezza e la privacy dei visitatori. I dati raccolti da questo modulo di contatto non verranno usati al di fuori del consueto/eventuale scambio di informazioni tra questo website ed il proprietario dell'indirizzo email. Responsabile del Trattamento è XY (indicare il titolare del Sito) ed i dati saranno conservati, resi disponibili all'utente e trattati a norma della predetta legge".

Oppure, è possibile mettere nel modulo un link al documento di Privacy policy contenuto nel sito.

Dati da pubblicare per le ditte individuali, artigiani e professionisti:

L'unico obbligo di legge è quello dell'indicazione della Partita IVA nell'Home Page.

E' comunque CONSIGLIATO, nell'interesse del titolare del Sito, al fine di conferire un'immagine di trasparenza, serietà ed affidabilità del Sito stesso, indicare anche i seguenti dati:

  1. - Nome e cognome
  2. - Denominazione della ditta individuale se esiste
  3. - Sede legale o operativa di lavoro dell'artigiano o professionista
  4. - Codice Fiscale
  5. - Numero REA presso la CCIAA e la Provincia di iscrizione
  6. - Indirizzo PEC se c'è
L'Agenzia delle Entrate riporta quanto segue:
"L'obbligo di indicazione del numero di Partita IVA nel sito web rileva per tutti i soggetti passivi IVA, a prescindere dalle concrete modalità di esercizio dell'attività. Di conseguenza, quando un soggetto IVA dispone di un sito web relativo all'attività esercitata, quand'anche utilizzato solamente per scopi pubblicitari, lo stesso è tenuto ad indicare il numero di Partita IVA, come chiaramente disposto dall'articolo 35, comma 1."

Siti aziendali o professionali con commercio elettronico:

(art. 7, D.Lgs. 70/2003)In questo caso, oltre agli altri dati obbligatori, è necessario inserire:
  1. I contatti, in modo tale che la comunicazione possa essere diretta ed efficace;
  2. L'indirizzo di posta elettronica;
  3. Gli estremi di eventuali concessioni, licenze, autorizzazioni.
Per i siti professionali bisogna, inoltre, indicare:
  1. ordine professionale o istituzione analoga presso il quale è necessario iscriversi e numero di iscrizioni;
  2. titolo professionale e stato in cui è stato rilasciato;
  3. riferimenti alle norme professionali e codici deontologici con modalità di consultazione;
  4. indicazioni chiare su prezzi e tariffe, evidenziando se comprensive di imposte o altri costi aggiuntivi;
  5. attività consentite ed estremi del contratto qualora un'attività sia soggetta ad autorizzazione o vi sia una licenza d'uso.
Attenzione: alcuni Comuni d'Italia richiedono la compilazione di documentazione contestuale all'attivazione del negozio elettronico.

Documenti obbligatori per tutti
compresi i siti amatoriali creati da privati

Ogni sito web deve, obbligatoriamente, avere una Cookie policy.
(Provvedimento dell'8 maggio 2014)

Vedi: Come adeguare il sito alla Cookie Law

Ogni sito web che tratti dati personali degli utenti deve, obbligatoriamente, avere una Privacy policy.
(Decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196)

È obbligatoria quando:

  • Il sito web raccoglie dati personali, come email, nome e cognome, ma è un dato personale anche un Cookie.
  •  I dati sono raccolti per fini “non esclusivamente personali” (i fini sono considerati "esclusivamente personali” solo se il titolare del trattamento è una persona fisica);
  •  Un soggetto terzo (es. Google, Facebook, etc) è coinvolto nel trattamento dei dati personali. 
La Privacy Policy deve informare gli utenti di un sito web circa:

  1. Tipo di dati trattati, modalità del trattamento e diritti degli interessati.
  2.  Le modalità di raccolta
  3.  Le finalità di raccolta
  4. Titolare del trattamento dei dati
  5. Responsabile del trattamento
  6. Luogo del trattamento dei dati
  7.  Altri soggetti coinvolti


NOTA: dal 25 maggio 2018, come previsto dal Regolamento europeo sulla privacy (UE 2016/679 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea del 4 maggio 2016), il Regolamento europeo GDPR (General Data Protection Regulation) integra il Codice della Privacy attualmente in vigore.
Il documento di Privacy Policy, presente su ogni sito web, deve, quindi, essere adeguato con il GDPR.
Inoltre, le pubbliche amministrazioni, le aziende e i professionisti privati saranno tenuti a nominare un DPO (Data Protection Officer), ovvero un responsabile per la protezione dei dati personali. Dovranno anche tenere un registro del trattamento a disposizione dell’Autorità di controllo.
Tutti gli stati membri dell'Unione Europea devono conformarsi alle nuove normative.







Fammi sapere se questo argomento ti è stato utile.
Se non ti è stato utile, potrai inviare le tue osservazioni. Grazie
Ti è stato utile questo argomento?
Si
No



Elenco argomenti della guida:
Torna alla pagina principale:Creare un sito da zero ->>


E molto altro ancora se leggi:
Tutti gli argomenti