Voyagedart

Lombardia, Cernusco sul Naviglio

Un incantevole piccolo borgo

Piccolo antico grazioso borgo, Cernusco sul Naviglio stupisce subito chi vi arriva dalla Metro, anche solo per una breve uscita pomeridiana, col suo romantico ponte che sorvola il Naviglio, in cui si riflettono i verdi giardini di via Cavour.
Cernusco, parco dei germani

Parco dei Germani

Cernusco, parco dei germani

Parco dei Germani


Dal ponte lo sguardo spazia sui riflessi del canale azzurro verdi, e su prati e boschi del parco a perdita d'occhio. Da qui si prosegue nel centro storico in uno snodo di vicoli pedonali all’ombra delle belle case ristrutturate in tinte chiare, illuminate dalle luci delle vetrine in particolare nel periodo natalizio.
Cernusco, vicoli
Cernusco, vicoli

Qui sono sorte eleganti ville sei-settecentesche, come villa Alari e villa Biancani Greppi, in stile barocchetto lombardo con giardini all’inglese, dove oggi risiede il Comune di Cernusco.
Si giunge poi in piazza Unità d’Italia, dominata dal monumento dedicato al musicista Fernandez Arman e in piazza Matteotti, che si apre nella sua vastità, davanti alla facciata della chiesa di S.Maria Assunta. Nonostante sia di costruzione recente, del 1907, il suo interno molto più ampio è ricco di decorazioni e fregi, mentre la porta d’ingresso riporta storie delle donne dell’Antico Testamento.
Cernusco, vicoli
Cernusco, vicoli

Riguardo alla cucina di cernusco si narra una storia. Pare che una cuoca di Cernusco di nome Libista, che lavorava alla corte dei Visconti, abbia inventato dei ravioli particolari, detti “raviggioli di Cernusco sul Naviglio”. Sono, questi, tipici ravioli fatti in casa, con pasta di grano saraceno, conditi con burro e lumache, e molto altro ancora, da assaggiare.., per salutare la piccola graziosa Cernusco.

Testo e foto di Grazia Paganuzzi
Contattami


Attività e opportunità in zona

Calcola il tuo itinerario:


Continua con Lombardia:
Leggi tutto